Roma. Un cadavere completamente carbonizzato è stato trovato la notte di San Silvestro, in un’auto con targa francese alla periferia di Roma.2fddf28b3632a095e1ac13e47fcc28a6 Secondo le prime informazioni, il corpo – probabilmente di un uomo, stando alla sua altezza – presenterebbe un foro alla nuca, probabilmente causato da arma da fuoco. Gli investigatori avrebbero trovato anche due bossoli nei pressi dell’auto, ma non armi. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti del commissariato Casilino. Indaga la squadra Mobile. L’auto con il cadavere era in via Iacurso, una stradina molto isolata nel quartiere della Borghesiana, alla periferia est di Roma. Gli agenti del commissariato sono stati allertati dai vigili del fuoco, intervenuti sul posto per domare le fiamme dell’incendio dell’auto, probabilmente di origine dolosa e non dovuto all’esplosione di petardi o fuochi d’artificio di fine anno. Il corpo, completamente irriconoscibile, era seduto sul lato passeggero con il sedile reclinato. Il cadavere è ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Solo l’autopsia potrà chiarire le cause della morte. Il quadro che emergerebbe, al momento, è quello di una vera e propria esecuzione, la seconda in due giorni a Roma. L’uomo potrebbe essere stato ucciso con un colpo alla nuca e il suo corpo poi dato alle fiamme insieme all’auto per cancellare ogni traccia del delitto. Non si esclude la pista di un regolamento di conti maturato nell’ambito della criminalità romana. Solo il 30 dicembre scorso nel quartiere di Ottavia, zona nord-ovest di Roma, un pregiudicato di 53 anni è stato ucciso a colpi di pistola in strada. L’uomo, con precedenti per droga e già finito in manette lo scorso marzo durante un’operazione antidroga, è stato freddato mentre parcheggiava l’auto sotto casa.