Viterbo. Appuntamento per venerdì con l’inaugurazione del sentiero naturalistico archeologico della necropoli etrusca di Sasso Pinzuto. L’opera è stata realizzata con fondi propri e regionali dalla Provincia di Viterbo – Ufficio parchi Riserva naturale di Tuscania. Si tratta di un sentiero dislocato nella valle del MUntitled282201217566arta, quindi con valenze naturalistiche e archeologiche, lungo il quale si può ammirare uno stupendo paesaggio, le bellezze naturali dei luoghi, nonché è possibile visitare le tombe etrusche presenti in zona. Il sentiero si sviluppa ad ellisse per circa 4 km lungo il fiume Marta, attraversa una forra e un piccolo bosco, è aperto tutto l’anno dall’alba al tramonto, per percorrerlo si consigliano scarponcini da trekking. L’inaugurazione è inserita nel cartellone della manifestazione “A riveder le stelle” in programma venerdì e sabato e realizzata, congiuntamente, dalla Provincia di Viterbo, dalla Riserva naturale di Tuscania, dal Comune di Tuscania e dalla Soprintendenza archeologica dell’Etruria Meridionale. Nell’occasione verrà anche presentato un progetto della Soprintendenza che prevede una chiusura stagionale delle tombe con apposite lamiere sagomate da posizionare all’ingresso delle stesse per preservarle dalle intemperie. Chiusure poi rimosse nella bella stagione. Ma la due giorni prevede un programma decisamente variegato con esibizioni di danza butho, e la presentazione di una ricerca naturalistica dei chirotteri. Ci sarà spazio anche per una dimostrazione di arrampicata e dimostrazione in quota con il tree climbing. Spazio anche alla musica ispirata dai luoghi del Michele Villetti quartet in associazione con Pedalove “energia generata pedalando”.