Roma. Un 24enne romano è finito in manette grazie alla testimonianza della sua fidanzata. E’ stata la ragazza a recarsi negli uffici del Commissariato Prenestino e 2582392-marijuana2a raccontare agli agenti della Polizia di Stato che il il suo fidanzato coltivava marijuana in casa lavoro svolto dal ragazzo. Dopo i primi accertamenti, volti a verificare l’attendibilità dell’informazione, gli investigatori hanno deciso di perquisire l’abitazione del giovane. All’interno della sua camera da letto c’erano, in bella vista, due contenitori con circa 200 grammi di marijuana. Trovati e sequestrati anche due bilancini di precisione, oltre a un foglio manoscritto con nomi e cifre, evidentemente riferiti a suoi La maggior sorpresa dei poliziotti è stata quando nella cantina, hanno trovato una vera e propria struttura con fori per arieggiare completa di tubi, filtri per l‘aria, una lampada, un termostato e un temporizzatore. Il tutto utilizzato per la coltivazione delle piante di marijuana. R.A., queste le iniziali del 24enne, dopo essere stato accompagnato negli uffici di Polizia, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.