Rieti. Il Comune di Poggio Nativo sospende i lavori all’impianto di smaltimento inerti di Fonte Nocera. Clamoroso dietrofront dell’amministrazione di Poggio Nativo, che con un’ordinanza depositata il 3 aprile scorso, ma resa pubblica soltanto nelle ultime ore, decretrifiutia la sospensione immediata dei lavori di realizzazione del contestatissimo impianto di via Carlo Corso, al confine tra i Comuni di Poggio Nativo e Toffia, e al centro di una battaglia tra la società Ress, titolare dell’opera e del terreno, e il comitato civico “No discarica Fonte Nocera”, supportato dalla minoranza consiliare di Poggio Nativo, dall’amminstrazione comunale di Toffia e dalle segreterie provinciali di Pd e Sel. Lo stop avrà durata 60 giorni, e servirà, si legge nell’ordinanza, per verificare “l’esaustività della documentazione fornita dalla società Ress”. In particolare la Valutazione di Impatto Ambientale, già oggetto di una richiesta di precisazioni presentata dall’Arpa Lazio. Esulta il “fronte del No”, mentre per la maggioranza guidata dal sindaco Giuseppe Carconi si tratta di un passo indietro che ha del clamoroso. E che potrebbe avere importanti risvolti politici.