Ostia. Uomo muore a seguito di una violenta lite familiare. La vittima aveva dato in escandescenze all’interno della sua abitazione è morto per un malore proprio durante l’arresto. E’ successo giovedì intorno alle 22.00 a Ostia. Gli agenti della polizia sono intervenuti in via Ferdinando Acton a seguito di segnalazione di viopolizia-ambulanza1lenta lite familiare. Ai poliziotti giunti sul posto, la compagna dell’uomo, impaurita, ha riferito che il marito, dopo aver assunto una dose massiccia di stupefacenti, stava manifestando un atteggiamento violento tanto da danneggiare il mobilio di casa e smontare addirittura un termosifone. Alla vista degli agenti  l’uomo ha iniziato a lanciare oggetti contro gli stessi. Poi si è avventato contro i poliziotti. Questi ultimi, a seguito di una breve colluttazione, sono riusciti a bloccarlo. Pochi secondi dopo, l’uomo ha accusato un malore perdendo conoscenza. Sul posto è intervenuto il personale del 118. I medici, dopo aver effettuato le manovre di rianimazione, ne hanno dichiarato il decesso per arresto cardio-circolatorio.