Latina. Notte di fuoco a Sperlonga. Due incendi, il primo, più imponente, è scoppiato intorno alle 22.30 di ieri sera, distruggendo letteralmente il “Lido Ponente”, stabilimento situato nella parte nord della città. Il lido, situato nella località Canzatora è stato mangiato rapidamente dalle fiamme, essendo di materiale legnoso. Rapido è stato l’intervento dei vigili del fuoco del posto e di Terracina che per due ore abbondanti hanno lavorato per cercare di spegnere l’incendio. Il titolare dello stabilimento, Vincenzo Filosa. sessantacinquenne, è stato ascoltato dai carabinieri e dalle forze dell’ordine. L’ipotesi, quasi certa, è di un incendio doloso: il proprietario del lido avrebbe dichiarato di aver provveduto personalmente a staccare la corrente. L’ipotesi di un corto circuito è quindi del tutto da escludere. incendio.jpg2E’ in corso questa mattina un sopralluogo da parte dei vigili del fuoco ed esperti sul campo per accertare le cause dell’incendio. Filosa,titolare del lido, è amareggiato e deluso dalla notizia della struttura balneare distrutta completamente, proprio alle porte della stagione estiva. Un ulteriore incendio è poi divampato verso l’una e mezza di notte, danneggiando gravemente in chiosco sito in Via Cristoforo Colombo. I vigili del fuoco, rientrati dopo il lavoro del primo intervento sono quindi dovuti tornare sul posto per cercare di spegnere anche questo secondo incendio. Casi simili si erano registrati nel non lontano febbraio del 2013, quando lo stabilimento “Grotta dei Delfini”, uno dei più famosi ed in della riviera di levante è stato letteralmente bruciato.

 

Giulia Antenucci