Roma. Ha colpito con una sciabola, ferendolo gravemente, l’uomo a suo dire ‘colpevole’ di avergli rubato la ragazza. Protagonista un 32enne romano, arrestato venerdì sera dalla polizia. Le volanti della Questura e del commissariato Fidene sono intervenute in via Gian Maria Volontè dove era segnalata una lite animata tra due uomini, di cui uno ferito gravemente e l’altro armato di sciabola. Al momento dell’arrivo sul posto gli agenti hanno trovato un uomo con ferite profonde alle braccia, coperto di sangue e in evidente stato confusionale. La vittima ha riferito ai poliziotti che poco prima aveva avuto una violenta lite con un suo ex amico, il quale lo aveva aggredito con una sciabola e che si era allontanato a bordo di un’autovettura della quale ha fornito marca modello e targa. La lite, a dire della vittima, è scaturita per il tradimento avvenuto nei giorni precedenti da parte dell’uomo scappato con la sua ex compagna. Dopo l’arrivo dell’ambulanza gli agenti hanno iniziato la ricerca dell’aggressore, anche effettuando verifiche sull’intestatario della vettura con la quale questi si era dato alla fuga. polizia-ambulanza1Di lì a poco, proprio nelle vicinanze dell’abitazione del proprietario dell’auto, è stata fermata la macchina condotta da S.M., 32enne romano. Perquisendo il veicolo, nel bagagliaio gli agenti hanno trovato una sciabola di 73 cm di lunghezza e una maglietta bianca ancora sporche di sangue. L’uomo è stato arrestato per lesioni aggravate e denunciato per detenzione di arma da taglio.