Roma. In attesa di essere giudicati per detenzione e spaccio di droga due giovani egiziani hanno borseggiato un testimone del loro processo e sono stati arrestati. Per i due sono scattate di nuovo le manette dopo aver ripulito il portafoglio del teste, per un bottino di 130 euro. Rincorsi dallo stesso testimone, accortoimages (5)si del furto del portafogli che aveva in una borsa, i due giovani, già arrestati 15 giorni fa, sono stati fermati dai militari dell’Arma in servizio nella palazzo di giustizia e processati per direttissima.  Il giudice ha convalidato l’arresto dei due egiziani ed emesso l’ordinanza di custodia in carcere e rinviato il processo al prossimo 3 dicembre.