Tre persone sono rimaste ferite in un’esplosione che si è verificata alle 3.20 di notte nel palazzo di via Tuscolana 642, a Roma. La più grave è una ragazza ucraina di 22 anni, che è stata trasportata in codice rosso all’ospedale San Giovanni. Ha riportato vari traumi da impatto al volto e al collo. Al momento è cosciente ma non ricorda nulla di quanto accaduto. Gli altri due feriti, il compagno della giovane, ucraino di 29 anni, e il padre acquisito, italiano di 58 anni, sono stati portati all’ospedale Vannini.palazzina esplosa in via Tuscolana
Sul posto oltre ai vigili del fuoco, che hanno spento le fiamme divampate nell’edificio, sono intervenuti gli agenti del commissariato Appio Nuovo. Nell’esplosione è crollato il solaio dell’appartamento al primo piano che si trova sopra il bar. L’intero edificio è stato evacuato e dichiarato inagibile.
All’interno del bar al piano terra sono state trovate due slot machines aperte e svuotate dei soldi. Gli investigatori stanno cercando di capire se il furto che si è consumato nel bar abbia un legame con l’esplosione.
Nel corso del sopralluogo effettuato nel locale sono stati trovati due lucchetti di una serranda spaccati, mentre le serrande del negozio sono state completamente divelte dall’esplosione. Gli agenti dovranno ora verificare se l’esplosione sia precedente o successiva al furto.