Cassino. L’ex sindaco di Pontecorvo, Riccardo Roscia, è stato condannato a tre anni di reclusione dal Tribunale di Cassino. La sentenza di primo grado è stata pronunciata nel tardo pomeriggio di ieri, dopo tre ore di camera di consiglio. Roscia è stato riconosciuto colpevole di tentata concussione e falso.Riccardo Roscia, ex sindaco di Pontecorvo
I due coimputati, l’ex segretario comunale del comune di Pontecorvo, Lorenzo Norcia, e il capo dell’ufficio tecnico Roberto Di Giorgio, sono stati assolti dalla tentata concussione, ma sono stati condannati per un’ipotesi di falso. Tutti e tre gli imputati sono stati assolti dall’accusa di falso materiale. Le pene sono di tre anni di reclusione per Roscia, senza sospensione della pena e un anno e sei mesi per Norcia e Di Giorgio, pena sospesa. Il 29 maggio è prevista l’udienza per l’applicazione della pena accessoria, dell’interdizione dai pubblici uffici, per Roscia.