Sermoneta. Elisa V., 64 anni di Sermoneta, è finita sotto processo con l’accusa di truffa aggravata. Secondo gli inquirenti la donna avrebbe sedotto esoldi-1 raggirato un uomo di due anni più giovane di lei, originario dell’Abruzzo, per poi spillargli un totale di 200 mila euro. I due si sarebbero conosciuti tramite un’agenzia matrimoniale e l’imputata, tra una scusa e l’altra, avrebbe chiesto ingenti prestiti al  malcapitato 62enne, senza poi risarcirgli un centesimo. A raccontare la vicenda, davanti al giudice del Tribunale di Latina, Silvia Artuso, è stata proprio la presunta vittima del raggiro. E’ fissata per il 18 giugno la nuova udienza sul caso.