Roma.I Finanzieri del Comando Provinciale di Roma hanno intercettato quasi 50 chili di eroina, nell’ultimo mese, presso lo scalo internazionale ‘Leonardo da Vincì. La droga era destinata al mercato italiano. guardia-di-finanza-arresto-607x300Agli arresti sono finiti in 11 tra corrieri e destinatari finali della droga. L’attività delle Fiamme Gialle del Gruppo di Fiumicino, in collaborazione con il personale del locale ufficio dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, “accende i riflettori sul ritorno al consumo di eroina che, tra le droghe pesanti, è quella con i maggiori effetti deleteri sul corpo umano, generando più rapidamente l’assuefazione e creando forte dipendenza, fisica e psichica. Negli ultimi venti anni, i decessi dovuti al consumo di questo oppiaceo sarebbero, infatti, diverse migliaia in Europa e nel Mondo”. dieci chili di eroina sono stati rinvenuti all’interno di un doppiofondo ricavato nel bagaglio di un cittadino afghano proveniente dal Pakistan, al pericolosissimo ingerimento di 60 ovuli della stessa droga, per un peso complessivo di oltre un chilo, da parte di un passeggero nigeriano in arrivo da Lagos, scoperto, e così salvato da potenziali incidenti letali, solo grazie al controllo ai raggi X.