Roma. Un foro nel soffitto del locale caldaie per mettere a segno un furto in profumeria, sorpreso in flagranza 54enne. È stato bloccato alla guida di un furgone carico di tutto quanto appena “preimages (1)levato” da una profumeria di via Valsanterno, a Monte Sacro. Oltre 30 sacchi colmi di merce per un valore complessivo superiore a 200 mila euro. L’episodio è accaduto lunedì notte intorno alle ore 3. Due pattuglie della Questura, una del Reparto Volanti e l’altra del Commissariato Fidene-Serpentara, durante un posto di controllo hanno notato un furgone che alla loro vista ha cambiato repentinamente direzione.
Inseguito e bloccato, il mezzo era guidato da un 54enne di Bracciano, subito apparso molto nervoso, che aveva le mani sporche di polvere bianca, verosimilmente gesso. All’interno del furgone la vera sorpresa: una trentina di sacchi pieni di profumi costosi, cosmetici pregiati, bigiotteria e oggetti di pelletteria ancora imballati. Oltre a numerosi oggetti da scasso e attrezzi usimages-11ati solitamente per l’abbattimento di opere murarie. Una volta fatta la scoperta gli agenti hanno notato poco distante un negozio di profumeria, il cui ingresso era apparentemente intatto, ma sul retro una grata divelta all’altezza del piano stradale ha attirato la loro attenzione. Gli agenti, allora, si sono infilati attraverso l’apertura accedendo ad un locale caldaia, qui hanno trovato calcinacci ovunque e, alzato lo sguardo, hanno visto un grosso buco sul soffitto, che portava dritti nel retrobottega del negozio sovrastante, quello appena “ripulito”. Di fronte all’evidenza dei fatti, messo alle strette, il malvivente ha quindi ammesso di aver appena commesso il furto con altre 3 persone, al momento ricercate dalla Polizia. L’uomo è stato quindi arrestato con l’accusa di furto aggravato in concorso.