Frosinone. Il 22 maggio è la giornata mondiale della legalità: in occasione dell’evento, l’amministrazione Ottaviani, ha prontamente contattato gli istituti comprensivi della città per sensibilizzare i giovani sull’argomento. In particolare, l’assessore alla pubblica istruzione ed alle Ottaviani1politiche giovanili, Ombretta Ceccarelli, da vent’anni referente del progetto “Educazione alla legalità e alla solidarietà”, ha inviato, in merito, un messaggio ai quattro istituti affinché dedichino al tema della legalità parte delle ore di lezione. “Sono convinta che il Comune” ha dichiarato l’assessore Ceccarelli  “debba avere un ruolo centrale nella crescita sociale e culturale delle giovani generazioni. Stiamo vivendo, purtroppo, un periodo storico molto critico, dove la violenza sta dilagando a macchia d’olio. Basti pensare agli ultimi avvenimenti accaduti a Milano, alla violenza negli stadi, alle aggressioni contro donne, anziani e persone considerate “diverse” per razza e religione. L’impegno della scuola e della famiglia è quello di preparare i giovani di oggi al rispetto della dignità altrui, ad una partecipazione cosciente e decisa, volta alla ricerca di una coesistenza nella diversità. Ascoltare le esigenze dei giovani, coinvolgerli con conferenze tematiche o iniziative mirate, è stato sempre il mio obiettivo. Oggi è necessario far capire che tutti i cittadini hanno pari dignità, proprio come stabilisce la nostra Costituzione. Dal momento che una corretta preparazione nasce da una giusta informazione, ho voluto inviare un messaggio alle scuole del territorio, affinché partecipino a questa importante giornata, con lo scopo prioritario di promuovere e diffondere un messaggio chiaro sulla tolleranza zero per tutte le forme di violenza, incluso il femminicidio. Letture, riflessioni, film, questionari, per un percorso di conoscenza che ha, tra le sue finalità, la formazione culturale e civile degli alunni, futuri cittadini. Sono inoltre in programma, a settembre, corsi di autodifesa per adulti e giovani svolti dal prof. Piergiorgio Binetti, dell’associazione sportiva Margot, in collaborazione con la Polizia di Stato”. “La legalità” ha commentato il sindaco Nicola Ottaviani  “è l’unico strumento in grado di garantire a tutti i cittadini la possibilità di vivere in una società civile, dove alla base di tutto ci siano valori come libertà e sicurezza. Rispettare le regole, infatti, è la sola strada possibile per assicurare, a sé stessi e agli altri, un’esistenza dignitosa e libera da soprusi e violenze. Per questo, è importante far comprendere ai ragazzi il valore ed il significato della legalità, anche attraverso l’esperienza di coloro che, purtroppo, ne hanno pagato il prezzo dell’assenza. La scuola e le istituzioni devono quindi lavorare in maniera congiunta, con l’obiettivo comune di sensibilizzare le giovani generazioni”.