Roma. Una donna di 67 anni arrestata e nove persone denunciate dalla Polizia a seguito di una maxirissa scatenatasi davanti al Commissariato di Spinaceto. È quasi mezzogiorno quando C.M., nonna di una ragazza di 17 anni, si è presentata presso l’ufficio di Polizia di viale Caduti della Resistenza, affermando che la nipote era stata indotta ad allontanarsi da casa, per andare a stare nell’abitazione di un ragazzo 20enne con il quale stava intrattenendo una relazione sentimentale. L’anziana ha riferito che già nella mattinata, in compagnia della madre della minore, si e997088_10204170377891373_6282663351254113268_n-3ra presentata sotto casa della famiglia del 20enne per cercare di rintracciare la ragazza, ma il tentativo non aveva sortito l’effetto sperato e le due avevano avuto anche un acceso diverbio con i parenti del giovane. La situazione, riportata alla calma dopo l’intervento di una pattuglia del reparto volanti, aveva consentito di appurare che la minore si era trasferita spontaneamente ed era decisa a contrarre matrimonio con il suo fidanzato. A questo punto, per meglio inquadrare la situazione, gli investigatori hanno invitato la giovane a recarsi in Commissariato per accertarsi della sua effettiva volontà. Anche in questo caso è apparso chiaro, agli investigatori, il desiderio della ragazza di congiungersi con il suo fidanzato senza alcuna costrizione. Intanto, radunatisi nel piazzale antistante il Commissariato, i familiari dei due giovani, ognuno per far valere le proprie ragioni, hanno iniziato a litigare e dalle parole in pochi istanti sono passati ai fatti, così c’è voluto l’intervento di quasi tutto il personale di polizia presente per riportare la calma. Nelle fasi più concitate della disputa, la nonna della minore, per difendere la propria famiglia, era salita a bordo della sua autovettura e ingranata la marcia si era scagliata a forte velocità sia sui contendenti, che contro i poliziotti che le avevano intimato di fermarsi. Bloccata, insieme ad altri nove partecipanti alla zuffa, poi denunciati per rissa, la stessa, C.M. di 67 anni, è stata arrestata ed ora, oltre che per il reato contestato ai 9, dovrà rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale.