Cassino. Fuori un bar, dentro centro scommesse. A scoprire l’illecito sono stati gli uomini della guardia di Finanza di Cassino. Il locale era stato trasformato, secondo le accuse, in centro di raccolta scommesse clandestine. E’ accaduto a Piedimonte San Germano e l’attività commerciale, gestita da un giovane residente, aveva l’insegna pubblicitaria esterna e la locandina relativa alle quote delle scommesse e, all’interno un personal computer e una stampante termica per stampare le giocate. guardia di finanza Il controllo è scattato insieme ai funzionari dell’agenzia dei Monopoli ed è stato accertato che l’esercizio era affiliato ad un bookmaker straniero non autorizzato ad operare sul territorio nazionale, quindi, abusivo. Per questo il gestore è stato denunciato per il reato di esercizio abusivo di scommesse e tutto il materiale utilizzato per la raccolta delle scommesse è stato sequestrato.