Roma. Pugno di ferro quello del prefetto di Roma Franco Gabrielli, dopo aver dttato le nuove regole su come, dove e quando manifestare a Roma, novità in arrivo anche per lo stadio olimpico. Nel prossimo campionato di calcio 2015-2016, l’utilizzo dello stadio Olimpico sarà consentito purché siano innalzate le barriere che separano il settore distinti dalle curve e purché sia ridotta la capienza delle due curve. Su concorde parere del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, la questione è stata analizzata anchstadio olimpicoe con la partecipazione di rappresentanti del Coni e delle società calcistiche A.S. Roma e S.S. Lazio. E’ emersa la necessità di adottare misure per evitare il ripetersi di una serie di comportamenti delle tifoserie, verificatisi durante lo scorso campionato soprattutto nelle curve, capaci di mettere a repentaglio non solo il regolare svolgimento delle partite, ma anche l’incolumità degli spettatori. L’innalzamento di barriere tra distinti e curve si rende necessario per impedirne lo scavalcamento, mentre la riduzione della capienza delle due curve con la relativa installazione di apposite separazioni, atte a creare corridoi per rendere più agevoli le operazioni di filtraggio e pre-filtraggio dei tifosi che vi accedono.