maurizio-de-giovanniFrosinone. Maurizio De Giovanni, scrittore di gialli, ha presentato presso la sala conferenza della Questura di Frosinone il suo ultimo lavoro “Gelo” edito da Einaudi, terzo romanzo della serie “I bastardi di Pizzofalcone”. Giorgio Pisanelli, Giuseppe Lojacono, Francesco Romano, Ottavia Calabrese e Alex Di Nardo sono la squadra di poliziotti “Bastardi” del Commissariato di Pizzofalcone che indagano sull’omicidio di due giovani fratelli calabresi, lui un ricercatore biologo, lei una bellissima modella,   barbaramente uccisi con una violenza inaudita. Il racconto, come gli altri, è ambientato a Napoli in un periodo di grande gelo sia climatico che dell’anima. Napoletano, classe 1958, De Giovanni si dichiara scrittore “per caso” avendo comincia a scrivere da adulto non pensando di fare lo scrittore. Uomo molto spiritoso racconta della sua vita, dei problemi con i figli adolescenti: lo fa’ in maniera molto ironica ed incontra il favore del pubblico accorso numeroso ad ascoltarlo.

Racconta di cosa significa leggere un libro: davanti alla televisione o al cinema siamo esseri passivi e siamo facilmente raggiungibili da qualsiasi informazione; leggendo un libro diventiamo il regista, l’attore, lo sceneggiatore, l’autore della colonna sonora, la storia la creiamo noi e diventa nostra.

De Giovanni spiega come nascono le storie dei suoi libri: quando ha una trama in testa invita alcuni amici poliziotti a cena; non sono poliziotti qualunque ma il Capo della DIGOS di Napoli, il vice questore portavoce della Questura di Napoli, il Capo della scientifica di Napoli ed il Questore di Napoli. Si cala così insieme a loro nel racconto per vederlo nella realtà quotidiana con chi vive esperienze simili: “se vuoi scrivere qualcosa di reale, è con la realtà che devi fare i conti“. I personaggi sono persone vere, ancorchè nella nostra fantasia e proprio come dei figli sono tuoi, ma sono al di fuori di te, vivono una loro personale vita e vanno guardati con affettuoso distacco.

I personaggi dei libri di Maurizio De Giovanni approderanno presto in televisione per una serie che sarà realizzata su RAI UNO.

“Noir in Questura” è il titolo dell’incontro realizzato dall’associazione culturale “Tutti i colori del libro” in collaborazione con Polizia di Stato, Questura di Frosinone, Regione Lazio, Provincia e Comune di Frosinone, con la partecipazione della Biblioteca comunale “Turriziani” di Frosinone. Presenti oltre al Presidente dell’associazione Stefano Pizzutelli anche il Prefetto di Frosinone Erminia Zarrilli. (m.dv.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *