Roma. E’ piuttosto singolare e crudele ciò che è accaduto in un appartamento romano dove una storia di gelosia si trasforma in un maltrattamento vero e proprio ai danni due due adorabili cani. Rubino O., un romano di 29 anni, ha riversato rabbia, frustrazione e gelosia su due cuccioli di Labrador, colpevoli di essere troppo affezionati alla loro padrona.Dopo una lite con la fidanzata ha deciso di prendersela con i cagnolini della ragazza. Ha atteso che la compagna uscisse di casa, poi, ha trascinato le bestiole in tribunalegiardino, le ha afferrate per le orecchie e, dopo averle sollevate di peso da terra, le ha fatte roteare in aria e le ha scaraventate contro il muro di cinta, prima di colpirle con calci e pugni. È stata una vicina di casa ad inchiodare il ragazzo, vedendolo torturare i cuccioli ha avvisato la padrona che ha deciso di sporgere denuncia e lasciare il fidanzato.Un comportamento che ha trascinato il ventinovenne a processo con l’accusa di maltrattamento di animali. Condannato a 7mila euro di multa.