Roma. Tifosi si scagliano contro la Barcaccia e la distruggono. Lo storico monumento di piazza di Spagna era stato da poco inaugurato dopo il lungo restauro. Nuova tensione nel centro di Roma tra la polizia e i tifosi del Feyenoord nel centro di Roma. I nuovi momenti di tensione dopo quelli di ieri sera a Campo de’ Fiori si sono verificati a Piazza di Spagna ed anche al Pincio. I tifosi hanno lanciato oggetti e fumogeni contro gli agenti che poi li hanno dispersi caricandoli. Sono una decina le persone medicate dal 118 in seguito agli scontri avvenuti a piazza di Spagna tra supporter del Feyenoord e forze dell’ordine. Secondo quanto si è appreso da fonti di polizia, si contano finora dieci agenti e tre tifosi. Danni alla Barcaccia dopo il ‘passaggio’ dei tifosi del Feyenoord a piazza di Spagna. Un frammento della Barcaccia, indica un vigile urbano, è stato divelto dai tifosi ed è visibile in fondo all’acqua tra bottiglie di vetro e cartoni di birra. Ira di Franceschini, punizioni esemplari – “E’ una vergogna. Non sono tifosi, sono vandali”. Il ministro della cultura commenta così i danni alla Barcaccia e le Barcaccia danneggiatadevastazioni di Roma da parte degli ultrà olandesi. “Spero – aggiunge che adesso ci siano punizioni esemplari. In questo momento sono in corso gli accertamenti delle soprintendenze di Stato e Comune”. Per fortuna i danni alla Barcaccia sono lievi, “qualche bottiglia è arrivata sul margine, si è staccata solo qualche scheggia”, ma resta la “vergogna”. Il portavoce dell’ambasciata olandese Aart Heering commenta così quanto accaduto a piazza di Spagna, con i tifosi del Feyenoord che hanno danneggiato la Barcaccia. “Io sto con la polizia”, ripete. Marino, Roma devastata ma non finisce qui – “Roma devastata e ferita. In contatto con Prefetto, Questore e Ambasciatore d’Olanda. Non finisce qui”. Lo scrive su twitter il sindaco di Roma Ignazio Marino, dopo le devastazioni causate dai tifosi del Feyenoord in piazza di Spagna che fanno seguito a quelle di ieri sera a Campo de’ Fiori.