Frosinone. Si è svolta domenica a Monte San Giovanni Campano, in provincia di Frosinone, nella sala del convento dei Cappuccini, l’assemblea regionale degli iscritti all’associazione ambientalista Fare Verde Onlus. Ampia e articolata la discussione che ha visto l’approvazione di varie iniziative. Tra queste spiccano le proposte di Agostino Bottoni e Marco Belli, rappresentanti locali di Fare Verde, i quali hanno in animo di realizzare un centro di recupero e riuso degli ingombranti e un centro territoriale per la tutela e la protezione degli animali. “È stata un’assemblea ricca di idee – dichiara il presidente regionale di Fare Verde Silvano Olmi – in particolare abbiamo posto le basi per tre importanti manifestazioni. Sabato 24 gennaio 2015 organizzeremo convegni e dibattiti sulla grave situazione in cui si trovano il mare e le spiagge e Domenica 25 gennaio 2015 puliremo gli arenili laziali e italiani con la nostra manifestazione denominata “Il mare d’inverno”. Durante il ponte di pasqua e primo maggio con l’iniziativa “Dove passano i nuovi barbari” denunceremo l’abbandono dei rifiuti in campagna durante le cosiddette gite fuori porta. Infine, il 21 e 22 marzo 2015 a Montecassino (FR), commemoreremo il decennale della scomparsa di Paolo Colli, fondatore della nostra associazione ambientalista”. Oltre a discutere, gli ambientalisti hanno ripulito un tratto di bosco in località Portella. I volontari hanno riempito tre sacchi d’immondizia raccogliendo plastica, carta, vetro e materiale vario. Tra gli oggetti recuperati spiccano un water, due copertoni, un condizionatore d’aria, una televisione e una bicicletta. “Tutto materiale gettato nel bosco dalla strada sovrastante – dichiara il presidente regionale di Fare Verde Silvano Olmi – gesti d’inciviltà che vanno prevenuti con una capillare opera d’informazione ed educazione civica e repressi con l’utilizzo di telecamere e durissime sanzioni amministrative e penali, poiché l’abbandono dei rifiuti è un vero e proprio attentato alla salute pubblica”.