Viterbo. «Ciò che fate è in linea con l’investimento che intendiamo portare avanti sulle nostre ricchezze. L’Italia ha enormi capacità di attrazione turistica, milioni di nuovi turisti stanno entrando un questo mercato e dobbiamo intercettarli intervenendo come sistema Paese». Lo ha detto il ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini incontrando a Viterbo il sindaco Leonardo Michelini e la giunta comunale. Il sindaco di Viterbo ha presentato una serie di proposte da finanziare attraverso i fondi di «Destinazione Italia», una legge che prevede 500 milioni di euro per 100 progetti, con un franceschiniimporto massimo finanziabile per ognuno di questi pari a 5 milioni. Viterbo punta, tra le altre cose, sulle mura medievali, il museo dei conclavi a palazzo dei papi e il museo civico, oggi chiuso, una parte del quale crollò nel 2005. «L’Italia – ha aggiunto Franceschini – non è solo Roma, Venezia o Firenze. Apprezzo molto il progetto di recupero delle mura civiche: da giovane consigliere comunale a Ferrara, a fine anni ’80, me ne ero occupato. Oggi sono valorizzate e rappresentano il confine di uno scrigno di bellezza. Destinazione Italia non è di mia diretta competenza, ma sarò uno stimolo, aiuterò i vostri progetti». La legge è infatti di competenza del ministero per gli affari regionali.