Frosinone. “Sulla realizzazione del nuovo stadio l’opposizione, anziché ammettere di aver toppato parlando, ma solo parlando, di uno stadio da 20 mila 423488_ottaviani-nicola-2posti a carico del privato, da ormai vent’anni, sembra essere interessata soltanto a gufare sull’opera che noi stiamo per consegnare alla città di Frosinone, – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani –  dopo aver constatato che la prima proposta risale addirittura al 1974, con l’amministrazione Pesci. In realtà, dalle fotografie della improvvisata e pastrocchiata conferenza stampa di oggi, alcuni politici ed amministratori dell’opposizione sembravano tratti da un fotogramma del film “uccellacci e uccellini” di quel grande maestro di Pier Paolo Pasolini che alcuni di loro, almeno si spera, dovrebbero aver conosciuto. Per essere più precisi, però, anche il celebre corvo di quel film rischierebbe l’imbarazzo per l’accostamento all’opposizione di piazza VI dicembre,  poiché il pennuto scuro ed impettito recitava la parte dell’intellettuale speranzoso, che ammoniva Totò e Ninetto Davoli, chiedendo loro di uscire dal pessimismo cosmico. Certamente non abbiamo la stessa fantasia dell’attuale opposizione, quando nel 2011 ha appaltato un teatro lirico del valore di 11 milioni di euro, avendo in cassa appena 4,5 milioni di euro, senza disporre neppure dell’area dove venne collocata la prima, ed ultima,  pietra, scomodando Carla Fracci e Gigi Proietti. Quando terminerà il contenzioso con l’impresa aggiudicataria, siamo sicuri che alcuni amministratori dell’epoca proveranno l’ebbrezza (non quella alcolica) di una velocissima audizione alla Corte dei Conti, per accertare le responsabilità sui danni richiesti dal privato. Purtroppo per loro, entro la prossima settimana gli uffici tecnici procederanno all ‘ aggiudicazione dei lavori nelle gare espletate per il nuovo stadio e, quindi, siamo perfettamente in linea con il cronoprogramma dell’assessore Tagliaferri e del dirigente Acanfora, che permetterà al Frosinone calcio di iniziare la prossima stagione nel nuovo stadio. Oltre all’importo di 3,5 milioni finanziato dal Comune con la destinazione dei mutui già stanziati dalla Cassa Depositi e Prestiti e non spesi da oltre 10 anni, stiamo per mandare a gara la concessione di lavori pubblici di 2 milioni di euro per le aree di ristorazione,  fitness e spazi ricreativi. Quindi, la raccomandazione che va rivolta all’opposizione è quella di smetterla di interpretare il ruolo degli uccellacci, iniziando ad indossare i panni degli uccellini, anzi dei canarini con la criniera gialloblu”.