Roma. Terzo giorno consecutivo con le labbra cucite per i due immigrati, un algerino e un tunisino, che protestano contro i tempi di permanenza nel Centro di identificazione e espulsione (Cie) di Ponte Galeria. L’aimages (2)lgerino, 28 anni, dovrebbe presentarsi oggi davanti al giudice per il rinnovo della detenzione nel Cie dopo i primi 30 giorni e non è chiaro se andrà con le labbra cucite. Entrambi gli immigrati protagonisti della protesta hanno precedenti penali e hanno ricevuto un decreto di espulsione.