Grotte Santo Stefano.Preoccupazione ed agitazione tra i residenti di Grotte Santo Stefano, per la prospettiva della realizzazione di un impianto a biometano a Campolungo. L’insediamento industriale da progetto sorgerebbe a cento metri dalle case su un terreno agricolo. e sull’area archeologica di Ferento. Il traffico per conferire i liquami nell’impianto dovrebbe impegnare la strada principale della frcentrale_biogas-586x389azione. Per il momento si parla solo di progetto che, come è noto, giace in Comune, in attesa di approvazione. Finora, tutti gli amministratori che si sono espressi in proposito si sono attestati sulla negativa. Quanto verrà deciso effettivamente, però, rappresenta un’incognita. C’è una società con sede a Terni, che ha presentato il progetto. Dietro, vi sarebbero altre società (anche con sede all’estero). E c’è chi, in paese, si chiede chi siano i finanziatori. Al di là del fatto che, per l’impianto, essendo a biometano, dovrebbero arrivare anche i finanziamenti della Comunità europea.