Viterbo. Nuova segnaletica luminosa per le strade provinciali. Marker con cellula fotovoltaica, pali di illuminazione stradale fotovoltaici e altra segnaletica stradale; ma anche nuove barriere protettive. Tutte opere che a breve appariranno sulle principali arterie di competenza dell’amministrazione provinciale grazie a un finanziamento inserito nel Piano nazionale della sicurezza stradale.  “L’esperienza – ha affermato l’assessore Giuseppe Talucci Peruzzi – ci ha insegnato che in presenza di tratti stradali con incroci, la segnaletica luminosa è di vitale importanza perché permette, soprattutto nei punti critici, di migliorare e di molto la visibilità. Per gli interventi sono state scelte le direttrici principali di pendolarismo verso il capoluogo e i maggiori centri della provincia, sedi lavorative e scolastiche”. Queste le arterie interessate: incrocio Sp Ponterotto – Cimina (pali illuminazione fotovoltaici); incrocio Sp Stazione Capranica – Bassanese (pali illuminazione fotovHZ6IQGYX_MO0M9KYPoltaici); Sp Grottana (impianto sequenziale e visual); Sp Cimina incrocio Sp Caprolatta (marker solar ground luce bianca); incrocio Sp Teverina – Grottana (marker solar ground luce bianca); incrocio Sp Umbro Casentinese – Cunicchio (marker solar ground luce bianca); incrocio sp Umbro Casentinese – Pratoleva (marker solar ground luce bianca); incrocio Sp Tarquienise – Dogana (marker solar ground luce bianca); incrocio Sp Blerana – acc. Villa San Giovanni (marker solar ground luce bianca); incrocio Sp Quartaccio – Flaminia (marker solar ground luce bianca); Sp Dogana (impianto sequenziale, visual, marker su barriera); incrocio Sp Braccianese – Barbaranese (pali illuminazione fotovoltaici); incrocio Sp Braccianese – Bassanese (marker solar ground luce bianca); incrocio Sp ex Aurelia – Tarquiniese (segnaletica verticale, marker su barriera); Sp Vetrallese (marker su barriera); Sp Colonnetta (marker su barriera); Sp Bracccianese (marker su barriera); Sp croci di S. Martino (marker su barriera); Sp Valle di Vico (marker su barriera); Sp Caninese (marker su barriera); incrocio Sp Bardiniana – Maremmana (marker solar ground luce bianca); incrocio Sp Maremmana – Montone (marker solar ground luce bianca). Ma il piano realizzato dagli uffici provinciali prevede anche altro: “Questo progetto – ha proseguito l’assessore – si è sviluppato partendo dalle indicazioni relative al programma Pnss (piano nazionale sicurezza stradale) che prevedevano la realizzazione di interventi di segnaletica stradale, in particolare di quella luminosa e informativa. Nel tempo, però, è emersa l’esigenza di puntare a un miglioramento a 360 gradi, pertanto si è deciso di puntare l’attenzione anche sulla sicurezza passiva garantita dalle barriere posizionate soprattutto su ponti e viadotti. Proprio per questo si è deciso di utilizzare parte della somma a disposizione per verificare l’idoneità dei cordoli presenti in prossimità delle protezioni oltre al la progettazione di opere necessarie. Queste le provinciali interessate dagli interventi di messa in sicurezza con l’adeguamento e la messa a norma della opere protettive su alcuni ponti: Braccianese Claudia (Km 40,530); Calcatese (Km 0,6); Caprolatta (Km 3,950); Cenciano (Km 0,220); Doganelle; Ortana (Km 9,370 e c16,050); Veiano (Km 40,9); Procenese (Km 1,4); Martana (Km 6,5 e 12,450); Verentana (Km 9,940 e 10,250); Bomarzese (ponte fiume Tevere); Grottana (Km 11). “Sono molto soddisfatto del lavoro fatto – ha chiuso Talucci Peruzzi – migliorare la sicurezza sulle strade per noi deve essere una missione costante; grazie ai fondi del Pnss e ai restanti soldi messi a disposizione dalle casse provinciali stiamo facendo un altro importante passo verso questa direzione”.