Roma. Tre ordinanze di custodia cautelare, due in carcere e una ai domiciliari, sono state eseguite oggi dalla Guardia di Finanza di Roma nei confronti di due ispettori dell’agenzia delle Entrate e di finanzieriun cugino di uno di questi. Sono accusati di tentata concussione in relazione a promesse di riduzioni di sanzioni in cambio di denaro. I provvedimenti, emessi dal gip Simonetta D’Alessandro su richiesta del pm Mario Palazzi, sono stati notificati agli ispettori Giuseppe Costantini, già destinatario di un analogo provvedimento il 29 luglio scorso, e Alberto Mario Gloria. Ad entrambi, finiti a Regina Coeli, si contestano due tentativi di concussione. Gli arresti domiciliari sono stati disposti per Antonio Beltri, cugino di Costantini, ritenuto un intermediario. L’operazione è stata resa possibile anche grazie alla collaborazione della Direzione Generale del Lazio dell’Agenzia delle Entrate.