Viterbo. Vengono arrestati per traffici illeciti, ma dal carcere continuano a gestire la piazza. Sono stati scoperti con i cellulari due detenuti richiusi in una cella di Mammagialla. Durante i controlli giornalieri gli agenti della polizia penitenziaria hanno scoperto che i due custodivano un vecchio cellulare e uno smartphone. Anche se non è stato confermato sembra certo che dagli apparecchi i due riuscivano a comunicare con l’esterno e a gestire i traffici carcere mammagiallailleciti. «Possiamo solo dire – dichiarano Gennaro Natale (Osapp), Luca Floris (Sappe) e Gino Federici (Cgil) – che ancora una volta i nostri colleghi hanno dato dimostrazione di grande professionalità. Nonostante la carenza di personale e le difficoltà quotidiane, gli agenti garantiscono la sicurezza con grande spirito di servizio». I telefoni sono stati per ora sequestrati e non è escluso che nelle prossime ore, probabilmente grazie ai tabulati, si possa ricostruire il giro d’affari che i detenuti alimentavano ogni giorno dalla loro cella.