Roma. Truffa ai danni di Roma Capitale: è il reato ipotizzato nei confrfurgoneonti di un imprenditore di Aprilia che utilizzava mezzi con targa straniera per poter accedere nella Zona a traffico limitato della capitale. In totale sono circa 600 le multe che non sono state mai pagate e tantomeno notificate per irreperibilità del proprietario. Le indagini dei vigili urbani sono partite quando è stato controllato un autocarro Fiat Ducato con targa della Repubblica Ceca, sui cui risultavano pendenti oltre 130 sanzioni per accesso non autorizzato nella Ztl. Gli agenti dopo una serie di controlli sono risaliti all’imprenditore che al momento risulta indagato per truffa.