Roma. Incendio di materiale di scarto nel cortile interno di Regina Coeli. Si è alzata un’alta colonna di fumo. Per il garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni “a causare l’incendio, probabilmente delle cicche di sigarette accese gettate dalle celle. vigili carcereLe fiamme”, ha aggiunto il Garante, “avrebbero causato il danneggiamento dei computer e dell’impianto elettrico dell’Ufficio matricola, che gestisce tutti i nuovi ingressi e che per questo è stato temporaneamente chiuso. Un servizio importante visto che a Regina Coeli vengono assegnate, in prima battuta, tutte le persone arrestate dalle forze dell’ordine a Roma. Per questi motivi i nuovi ingressi sono stati dirottati, fino a nuova disposizione, a Rebibbia”.
L’incendio avrebbe danneggiato dei computer e l’impianto elettrico dell’Ufficio matricola, che gestisce tutti i nuovi ingressi e che per questo è stato temporaneamente chiuso. I nuovi ingressi sono stati dirottati a Rebibbia.