Roma. Quattro chili di Hashish suddiviso in 400 ovuli da 10 grammi ognuno. E’ il carico di stupefacente intercettato dagli agenti della Polizia di Stato al Casilino. Due i pusher bloccati a bordo di un furgone e arrestati dagli uomini del Reparto 10982491_721871544587535_6586790675355410030_nVolanti della Questura nel pomeriggio di ieri. L’operazione è nata dall’intuito degli agenti, ai quali ha destato sospetto un furgone in transito su via Casilina; dopo averlo avvicinato hanno deciso di procedere al controllo. Per tutta risposta il conducente del mezzo ha accelerato iniziando a “zigzagare” tra le auto cercando di dileguarsi, nonostante la pattuglia avesse intimato l’alt ed azionato i dispositivi acustici e sonori. Ne è nato un inseguimento protrattosi per alcune centinaia di metri, fin quando il conducente del furgone è stato costretto a fermarsi in via Carlo Palombi bloccato dal traffico. A questo punto il suo complice – seduto a lato passeggero – è sceso dal mezzo fuggendo a piedi; inseguito, l’uomo è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti. Nella fuga ha cercato di disfarsi di una busta, al cui interno sono stati poi ritrovati i 4 kg di sostanza stupefacente. Il conducente del mezzo invece, dopo un momentaneo blocco nel traffico, e approfittando del tentativo di fuga del suo complice, hai poi ripreso la marcia proseguendo nella fuga. Cercando più volte di speronare le Volanti giunte in ausilio, è stato poi definitivamente bloccato in via Partanna. Identificati per P.F., albanese di 36 anni già noto alle Forze di Polizia, e E.E., 27enne anch’egli cittadino albanese, i due sono stati arrestati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.