Rieti. La Regione Lazio ha concesso un contributo di 250 mila euro per l’anno 2014 al Consorzio del Polo Universitario di Rieti “Sabina Universitas”. Il contributo regionale dovrà essere utilizzato dal  Polo Universitario di Rieti “Sabina Universitas” per attivare nuove facoltà di studio e consolidare i corsi già funzionanti con l’obiOLYMPUS DIGITAL CAMERAettivo di divenire centro di eccellenza e di alta formazione, quale utile volano per la ripresa socio-economico del territorio. Sono presenti a Rieti, da oltre dieci anni, la Facoltà di Ingegneria, la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Roma “Sapienza” ed il Dipartimento di Scienze e tecnologie per l’agricoltura, le foreste, la natura e l’energia (DAFNE) dell’Università degli Studi di Viterbo “Tuscia”. Presso il Polo di Ingegneria si svolgono il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria delle Costruzioni edili e dei Sistemi ambientali ed il Corso di Laurea triennale in Ingegneria per l’Edilizia e il Territorio. Presso il Polo di Medicina i Corsi di Laurea triennali in Infermieristica, in Fisioterapia, in Tecniche di Radiologia Medica, per Immagini e Radioterapia, in Tecniche della Prevenzione nell’Ambiente e nei Luoghi di Lavoro, in Tecniche di Laboratorio Biomedico. Presso la sede di Cittaducale si svolge il Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie per la Conservazione delle Foreste e della Natura.