Roma. Una banale lite condominiale si è trasformata in tragedia. Un vicino ha afferrato un coltello affondandolo nel petto del rivale uccidendolo. Quanto accaduto dopo le 22.30 in uno stabile di vai Padre Damiano De Veuster, nella periferia del Prenestino. Sul posto un’ambulanza e gli equipaggi delle volanti. La vittima è un romeno sulla cinquantina. Il cuore ha cessato di battere prima dell’arrivo dell’ambulanza al policlinico Tor Vergata. Ad ucciderlo la profonda coltellata che ha raggiunto il cuore. Ndrangheta.-Blitz-Polizia-Fbi-tra-lItalia-e-Usa-stronca-narcotrafficantiE’ in stato di fermo l’assassino, un italiano anche lui cinquantenne. I due, da una prima ricostruzione sono venuti alle mani al pianterreno dello stabile vicino la tromba delle scale. Poi è balenata la lama nelle mani di uno dei litiganti che ha colpito con violenza il rivale. La vittima è stramazzata sul pavimento in un lago di sangue. Nell’androne sono visibili tracce di sangue e di colluttazione. E’ stata la polizia ad individuare e ad arrestare il presunto responsabile. Il movente dell’omicidio sarebbe legato a motivi banali, legati al buon vicinato. Omicida e vittima, da quanto emerge da alcune testimonianze, già avevano litigato in passato.