Roma. Parte oggi dalle 10 alle 12 nel rione Esquilino in via Guglielmo Pepe, nel I Municipio, l’iniziativa di Roma Capitale denominata “Lo dico al Sindaco”: le idee delle romane e dei romani. Recita così la pagina dedicata all’iniziativa nel blog del primo cittadino di Roma che, con il supporto dell’URC, il nuovo ufficio per le Relazioni con il Cittadino aperto in piazza del Campidoglio, incontrerà gruppi di romani che, tramite mail o telefonate, hanno presentato proposte o critiche all’ufficio.  Un progetto nato con l’obiettivo di ristabilire un filo diretto con l’amministrazione pubblica e che individua nel “Comune”, secondo anche quanto previsto dal principio di sussidiarietà orizzontale, l’Istituzione più prossima alla cittadinanza. Sul camper gli operatori dell’URC raccoglieranno suggerimenti e segnalazioni a supporto delle attività dell’Urp (Ufficio Relazione con il Pubblico) di ogni Municipio e del servizio 060606 ChiamaRoma.  Un cambio di prospettiva che vede l’Amministrazione pubblica muoversi verso la cittadinanza non solo concettualmente, ma anche fisicamente visto che l’Ufficio si muoverà proprio sulle quattro ruote di un camper che si sposterà settimanalmente in ogni Municipio ascoltando le segnalazioni e le proposte  dei cittadini e illustrando le iniziative dell’Amministrazione.  Non mancano però le polemiche. La notiziLo-dico-al-sindaco_fulla dell’inizio del tour del primo cittadino il 25 giugno prossimo, ha fatto scendere in piazza per tre giorni di seguito  gli abitanti del Pigneto bloccando le strade del quartiere. Da tempo, infatti, i cittadini residenti chiedono un incontro diretto con il Sindaco per trovare una soluzione all’alto tasso di criminalità e scarsa sicurezza nelle strade della zona avanzando la richiesta di un maggior presidio da parte delle forze dell’ordine. Per maggiori informazioni sull’iniziativa: www.romacapitale.it

Elena Guerra