Cassino. Controlli anti criminalità a tappeto nella zona di Cassino. L’operazione di servizio a tutela delle attività commerciali al fine di prevenire i reati contro il patrimonio ha fatto scattare denunce e fogli di via obbligatori. 
I controlli sono iniziati sabato durante il mercato settimanale, quando i militari del capitano Silvio De Luca e del tenente Massimo Esposito, hanno intercettato sette persone, già note alle forze di polizia, le quali con fare sospetto si aggiravano fra i banchi del mercato e in alcuni parcheggi di attività commerciali. Nessuno ha fornito un motivo valido circa la presenza a Cassino, per tutti, quindi, è stato disposto il divieto di ritorno in città per tre anni. carabinieri gazzella
Per due stranieri, un polacco e un romeno, è scatta la denuncia in stato di libertà per inosservanza del foglio di via obbligatorio, i due sono stati sorpresi per le vie di Cassino nonostante fossero destinatati di divieto di permanenza. Ma i controlli hanno riguardato anche la lotta allo spaccio e al consumo di stupefacenti. Ad Atina i militari della stazione hanno segnalato di Prefettura due giovani del luogo trovati in possesso di 0,5 grammi di hascisc, sottoposti a sequestro. 
E’ stato inoltre dato esecuzione a due misure restrittive ai domiciliari su ordine della magistratura. A Sant’Apollinare i militari della locale Stazione hanno arrestato un 33enne del luogo, in ottemperanza all’ordine di esecuzione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Roma – Ufficio Esecuzioni. L’uomo espiare la pena a 8 mesi in regime di detenzione domiciliare per guida in stato di ebbrezza alcolica ed omesso versamento di ritenute. A Sant’Andrea del Garigliano i militari della Stazione di Sant’Apollinare hanno arrestato un 45enne del luogo, in ottemperanza ordine esecuzione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Roma, poiché deve espiare 5 mesi e 10 giorni, regime di detenzione domiciliare, per guida in stato di ebbrezza alcolica.