Roma. Casi sospetti di “Blue tongue” (malattia della lingua blu) in numerosi allevamenti ovini e ovi-caprini del nord della provincia di Frosinone: su questo e sulle misure di profilassi ascoltati in commissione regionale Cialingua_blu_stanziati_18_5_milioni_di_euro_cos_la_regione_risponde_all_emergenza-0-0-373162, Coldiretti e Confcooperative Lazio.  I rappresentanti del mondo agricolo del Lazio, dopo aver lamentato l’assenza dell’assessore regionale Sonia Ricci, hanno sottolineato che il contagio sta arrecando gravi danni agli allevatori e chiesto chiarezza sui risarcimenti e sulle misure di contrasto. Cio’ per evitare un ulteriore colpo al settore zootecnico regionale, gia’ in difficolta’ per la crisi dei consumi e il crollo dei prezzi. Sono 31 i focolai denunciati al servizio veterinario, che interessano circa 4.000 capi di bestiame, in cui sono stati riscontrati 105 casi di mortalità. Dall’inverno scorso ad oggi sono stati vaccinati 160 mila capi.