Latina. Tre giorni senza tregua per i bagnini del litorale pontino in allerta per la fortissima corrente e le onde alte fino ad un metro. Un pericolo che però non ha scoraggiato i bagnanti che si sono dedicati al surf mentre i più piccini hanno giocato a sfidare i cavalloni con ciambelle e matesalvataggio marerassini. Attimi di paura sulla seconda spiaggia di Sperlonga dove un bagnino si è tuffato per recuperare un turista romano che stava per affogare. Il 36enne, che si era spinto troppo a largo pensando di saper nuotare bene, a circa 50 metri dalla battigia ha perso il controllo e ha cominciato a bere e a chiedere aiuto. Ancora pochi secondi e l’uomo sarebbe andato sott’acqua rendendo ancora più difficili le operazioni di salvataggio. In questo caso, il turista in difficoltà è stato subito notato dal bagnino e tutto si è risolto per il meglio ma le forze dell’ordine raccomandano comunque la massima attenzione fino a quando le acque non si saranno completamente calmate.