Roma.“Sono molto stanco e arrabbiato della situazione rifiuti. È vero che abbiamo chiuso la discarica di Malagrotta ma adesso l’Ama deve funzionare meglio. Credo sia venuto il momento di far saltare qualche testa”. Così il sindaco di Roma Ignazio Marino. “Abbiamo un 18% di assenteismo che è inaccettabile così come è inaccettabile che i dirigIgnazio-Marino-apenti non li controllino”.  “Per uscire dall’emergenza rifiuti abbiamo di fronte una strategia e stiamo lavorando giorno e notte perchè io ritengo che si tratti di una situazione assolutamente intollerabile e prenderemo alcune decisioni drastiche”. E’ quanto ha dichiarato il sindaco di Roma Ignazio Marino dopo aver partecipato alla riunione di Giunta. Dopo gli attacchi del giornalista e conduttore di ‘Porta a Porta’ Bruno Vespa, arrivano anche quelli dell’architetto Massimiliano Fuksas contro la sua ‘gestione dei rifiuti’. Il primo cittadino della capitale si sente attaccato, colpito, in parte responsabile di quanto sta accadendo? “Si tratta di due intellettuali italiani ricchi e importanti -ha risposto il sindaco- che giustamente devono esprimere il loro pensiero e il fatto che lo esprimano ci onora. Tutto questo vuol dire che anche loro sono preoccupati come noi”.