Roma. “È vero, non avrei dovuto lasciarmi andare a quel commento. Sono molto sensibile quando si parla di vittime della seconda guerra mondiale. Parlavo di mio padre, deportato in Rome's Mayor speaks in Madridun campo di concentramento in Polonia, che raramente ricordo in pubblico. Ma sentire urlare durante un momento di ricordo delle vittime dei bombardamenti mi ha fatto innervosire. Mi scuso per aver perso la calma”. Così il sindaco di Roma Ignazio Marino su Facebook chiede scusa a Lucia Rinaldi la pensionata che domenica scorsa lo aveva contestato al Parco di San Lorenzo, durante la commemorazione del bombardamento del 1943.