Roma. #maturita2014 atto terzo. Questa mattina il mezzo milione di studenti impegnato negli esami di maturita’ affrontera’ l’ultima prova scritta, il temutissimo ‘quizzone’. Obiettivo: verificare la preparazione nelle materie studiateEsami di maturità nell’ultimo anno (un massimo di cinque e un minimo di quattro). La prova si svolge come un test multidisciplinare ed e’ diversa da scuola a scuola, dal momento che viene elaborata dagli insegnanti di ogni istituto e non dal ministero. I quesiti potranno essere a risposta singola, multipla, potranno consistere nella soluzione di problemi, di casi pratici o professionali o, ancora, nello sviluppo di progetti. Ogni scuola puo’ scegliere la tipologia di svolgimento. Alcune domande riguarderanno anche la lingua straniera e se la lingua straniera e’ stata gia’ oggetto della seconda prova, nella terza verra’ scelta una lingua diversa. Poi, a compiti corretti, inizieranno gli orali. Il Ministero spiega che sono 491.224 gli alunni che hanno presentato domanda per la partecipazione all’esame di maturità. Di questi 469.374 sono candidati interni, 21.850 sono esterni. I candidati nelle scuole statali sono 445.912 e 45.312 nelle paritarie. Le commissioni impegnate nelle operazioni sono 12.105. La percentuale di non ammessi all’esame si attesta attorno al 4,3%.