La Regione Lazio ha attivato il Sistema Regionale Integrato di Protezione Civile e sta monitorando il territorio per far fronte all’emergenza maltempo in atto. ‎E’ già stata attivata la Sala Operativa Unificata Permanente in funzione H24 che vede la presenza oltre che dei volontari della Regione Lazio anche di referenti del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato e dell’Ares 118. La Sala Operativa di Protezione civile regionale ha allertato i sindaci di tutti i comuni del territorio regionale per predisporre tutte le iniziative utili ad affrontare l’emergenza maltempo delle prossime ore. Inoltre sono state attivate le strutture dell’Ardis compresi i presidi idraulici costituiti per garantire l’officiosità sotto i ponti. A Frosinone sono circa 50 le organizzazioni e circa 200 i volontari intenti a vigilare sull’emdownloadergenza generata dal maltempo in queste ore, dove sono stati chiusi gli edifici scolastici. Un allagamento dei garage dell’ufficio postale di via Mascagni a Frosinone è il primo effetto negativo del maltempo che per tutta la giornata, in particolare a metà mattinata, imperverserà sul frusinate. L’allarme è stato lanciato alle 5.30 dai primi dipendenti giunti sul posto di lavoro che hanno trovato i locali allagati dalle piogge di questa notte. Cresce l’allarme per l’aggravarsi delle condizioni meteorologiche da nord a sud. La protezione civile ha invitato i cittadino a non uscire di casa: “lanciamo un appello – si legge in una nota – si esce di casa per lavoro o per situazioni importanti. Il consiglio è di rinviare ogni impegno nel tempo’. Attenzione per possibili allagamenti in diverse zone del Lazio: le autorità consigliano di non utilizzare i garage e non lasciare i propri mezzi privati al loro interno. Il rischio è concreto e si invita la popolazione alla massima cautela.