Roma. Rapina un minimarket e punta il coltello al figlioletto di un anno del titolare. I carabinieri della stazione di Roma San Lorenzo hanno arrestato un rapinatore di 35 anni, di origine bengalese e già noto alle forze dell’ordine, che sabato sera, armato di un coltello, ha fatto irruzione in un minimarket, nel quartiere San Lorenzo, gestito da un suo connazionale, di 26 anni, con l’intento di farsi consegnare i soldi dell’incasso. L’uomo, che già in precedenza si era recato presso il negozio chiedendo dei soldi, la seconda volta lo ha fatto sotto minaccia di un grosso coltello, puntandolo alla gola del figlio di un anno del titolarFoto auto carabinieri genericae, che era nelle braccia della madre, non curante che la donna si trovasse al settimo mese di gravidanza. Tempestivo è stato l’intervento della pattuglia dei carabinieri, allertata da una chiamata al 112, fatta da alcuni passanti allarmati dalle urla provenienti dal negozio. I carabinieri sul posto hanno bloccato il rapinatore e sequestrato l’arma. La successiva perquisizione a casa dell’arrestato ha permesso inoltre di rinvenire circa 30 grammi di marijuana, insieme a delle bustine di plastica trasparenti e a un bilancino di precisione. Il 35enne è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentata rapina aggravata e detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Al termine del rito direttissimo, il tribunale collegiale ha disposto nei suo confronti la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Bergamo.