Roma. Scatta la guerra ai mozziconi di sigarette o ai chewing gum gettati barbaramente a terra. A Roma chi sporca la città buttando a terra i mozziconi potrebbe presto essere multato con una sanzione da 150 euro, il divieto in tante altre città è già realtà. A Firenze da sette anni e la multa ammonta a 160 euro, a Trento per i trasgressori la sanzione arriva fino ai 324 euro, a Ferrara, dove la multa è di 100 euro, sono già state lanciate molte campagne di sensibilizzazione. A Capri la lotta alla ‘cimozziconi sigarettecca selvaggia’ è partita da qualche anno, con multe fino ai 500 euro. A Quartu Sant’Elena, nel cagliaritano, un’ordinanza contro i fumatori maleducati risale al 2012. L’introduzione di multe per i fumatori maleducati è prevista dalle “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”, collegato alla finanziaria 2014. I Comuni ora si dovranno adeguare, ma molti sindaci hanno giocato d’anticipo. Anche perché il timore di essere sanzionati e la più capillare diffusione di portaceneri nelle strade pubbliche si sono rivelati ottimi strumenti di prevenzione per rendere più pulite le città.