Roma. Continua la lotta alla prostituzione tra le strade della capitale dove si pensa a multe salate per i clienti delle ‘lucciole’ recapiatate direttamente a casa. E’ la proposta di Rossella Matarazzo, vicecapo di gabinetto del sindaco Marino con delega alla sicurezza, ma il tutto deve ancorprostituzionea essere discusso e approvato dalla giunta Marino. L’idea delle multe non è nuova anche il sindaco Marino in passato aveva parlato della possibilità che i clienti delle prostitute venissero sanzionati con una multa di 500 euro recapitata a casa in cui si dice chiaramente che la motivazione della sanzione. Un’ipotesi che però aveva visto contrario il garante della privacy. Anche il prefetto Franco Gabrielli si era espresso a favore della misura delle multe, sostenendo che il fenomeno della prostituzione potrà essere fortemente compresso attraverso multe salatissime nei confronti dei clienti. Affinché non sia solo il cliente a pagarne le spese la Matarazzo prevede una sanzione anche per la prostituta se pur di importo inferiore.