Rieti. Ancora polemiche sull’eterna questione del riconoscimento economico da parte di Ato 2 di Roma per l’acqua che arriva quotidianamente alla Capitale dalle sorgenti reatine. Questa volta ad alzare la voce √® Luigi Taddei, sindaco di Castel Sant’Angelo, che definisce “vergognosa” la vicenda de Le Capore – Peschiacquaera. “Ci siamo illusi che la politica romana avesse un sussulto di dignit√†. Purtroppo abbiamo avuto l’ennesima conferma del disprezzo con cui, in ambito regionale, viene considerata la territorialit√† reatina” afferma Taddei ricordando che la Legge Galli, la quale prevedeva il ristoro economico e che ha permesso, in sostanza, di arrivare alla nota delibera regionale del 2006 non ancora attuata e che “nella Regione Lazio non ha mai trovato applicazione”.