Viterbo Niente licenziamento per i 27 lavoratori del Mercatone Uno lungo la Cassia Nord, sta per essere ufficializzata la cassa integrazione straordinaria, ammortizzatore che sostituirà i contratti di solidarietà che sono scaduti a inizio maggio. Tutto doveva essere formalizzato nel faccia a faccia tra i commissari straordinari e i sindacati che era in programma venerdì 8 maggio al ministero dello sviluppo economico, ma il tavolo è stato rimandato a lunedì 11 maggio. Il principale argomento mercatone unodi discussione sarà appunto l’applicazione degli ammortizzatori sociali. I lavoratori saranno garantiti da una cassa integrazione straordinaria che durerà fino al termine della procedura del concordato preventivo. Secondo quello che si è appreso, la Cigs dovrebbe essere retroattiva: dovrebbe partire dunque dal 7 aprile e sostituire, dove ancora non sono scaduti, i contratti di solidarietà, sia per i lavoratori ad orario ridotto che per quelli che sono a zero ore. “Si tratta di un significativo passo in avanti”, dice Fortunato Manninodella Fisascat-Cisl. Grazie alla cassa integrazione, infatti, si bloccherebbe l’avvio delle procedure di mobilità che, altrimenti, porterebbero al licenziamento dei lavoratori. “Quello di tenere legati i lavoratori all’azienda” continua il sindacalista “era uno degli obiettivi primari del sindacato, tutte le sigle, in maniera unitaria, hanno lavorato per questo risultato”.