Roma. Dopo anni di maltrattamenti si è fatta coraggio e si è finalmente decisa a chiedere la separazione al marito. Purtroppo, anche dopo la fine del rapporto l’uomo, non rassegnato alla fine della relazione, ha continuato con il suo atteggiamento vessatorio e nei giorni scorsi gli è stato notificato un provvedimento che gli vieta di avvicinarsi ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex moglie. Le indagini degli investigatori sono iniziate nel febbraio di quest’anno a seguito di un esposto presentato dalla vittima agli agenti del Commissariato San Paolo, diretti dal dott. Filiberto Mastrapasqua. In particolare la donna ha riferito ai poliziot1426604_673963799378310_6716600315601252145_nti che tempo fa era stata costretta a rivolgersi alle cure dei sanitari per una lussazione ad un braccio senza denunciare il fatto, ma che proprio a seguito di questo episodio aveva deciso di separarsi dal marito. Nonostante l’uomo fosse stato redarguito dagli agenti e invitato a mantenere un comportamento più consono, i maltrattamenti e le violenze, anche in presenza dei figli, sono continuati e in due occasioni era stato necessario l’intervento della polizia per riportare la calma. Nonostante la separazione e per motivi di opportunità i due hanno continuato a vivere sotto lo stesso tetto, ma a seguito degli ultimi avvenimenti, anche per scongiurare più gravi conseguenze, l’uomo è stato allontanato.