Roma. La capitale ospita la tradizionale parata militare del 2 giugno, che vedrà sfilare lungo via dei Fori imperiali 3.400 persone, tra civili e militari. Lo spettacolo è assicurato anche sul cielo della capitale che si tingerà di verde bianco e rosso con lo show finale regalato dai virtuosismi acrobatici delle Frecce Tricolori. A salutare la sfilata che coinvolge tutte le Forze Armate, tutte le Forze di Polizia della Repubblica ed il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Croce Rossa Italiana, ci saranno come di coFrecce tricolore su Piazza Venezia a Romansueto le più alte cariche dello Stato. A partire dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. La zona, come di consueto, sarà chiusa al traffico anche per i mezzi pubblici che subiranno delle deviazioni. Dalle 6.30 partono le limitazioni alla circolazione nella zona centrale della città con 30 linee di autobus saranno costrette a cambiare percorso. Rimarrano off limits le fermate della metro B Circo Massimo e Colosseo dalle 5,30. La circolazione riprenderà solo intorno alle 13 circa. La cerimonia ha inizio alle 9:15 presso l’Altare della Patria. La sfilata prenderà il via attorno alle 10 andando avanti per un’ora. Come da tradizione, ad aprire la parata sarà la banda dei Carabinieri. Seguirà il settore dedicato alla sfilata storica, dove spicca la compagnia in uniforme della prima guerra mondiale. Sarà poi la volta delle tre forze armate: Esercito, Marina e Aeronautica. Ancora, l’Arma dei Carabinieri e i corpi militari ausiliari, dalla Finanza alla Croce Rossa e l’Ordine di Malta. Poi, i Vigili del fuoco, la Polizia e la Protezione civile, fino alla fanfara dei Bersaglieri. E per la prima volta, ci saranno anche i bambini: sono cinquanta studenti dell’istituto Elsa Morante di Roma, vestiti di bianco, coccarda sul petto e ombrellini tricolore. Il gran finale di pura tradizione italiana è tutto per la pattuglia acrobatica nazionale, composta dai velocissimi MB-339, che sorvoleranno la Capitale colorando il cielo di bianco, rosso e verde. Nel pomeriggio, porte aperte ai giardini del Quirinale dalle 15 alle 19 con concerto delle bande militari. I festeggiamenti hanno avuto un prodromo già ieri al Quirinale. Nel pomeriggio nella piazza davanti alla sede della Presidenza della Repubblica, cambio della Guardia del Reggimento Corazzieri a cavallo con la Fanfara del IV Reggimento Carabinieri a cavallo e concerto griffato Riccardo Muti nel salone dei Corazzieri.