Sora. Ieri un anziano è stato lapidato e gettato nel fiume Liri. Mario Grossi aveva 78 anni e ieri intorno alle 16.00 è stato ucciso a colpi di pietra da due uomini che poi hanno gettato il suo corpo nel fiume Liri tra Sora e Balsorano. A notare il corpo e l’inquietante scena è stato un passante che ha immediatamente segnalato il fatto ai carabinieri. Non appena giunti sul posto gli agenti hanno trovato i due uomini, mentre il corpo dell’anziano era già stato portato via dalla corrente del fiume. ricerche in acqua fiume sommozzatoriI due sono stati portati in caserma e sono stati interrogati davanti al magistrato della Procura di Cassino, Maria Beatrice Siravo. Si tratta di A.P. e S.C entrambi di cinquanta anni. Per loro l’accusa è di omicidio volontario e occultamento di cadavere.
Durante gli accertamenti sulla riva del fiume sono state trovate dagli investigatori tracce di sangue. Alla base del delitto, secondo una prima ricostruzione, potrebbe esserci un motivo passionale e in particolare la gelosia per una badante straniera. La donna di origini rumene sarebbe stata vista qualche giorno prima insieme ad uno dei due aggressori davanti casa della vittima. L’anziano è stato ammazzato dopo un diverbio con i due uomini che sembra fossero ubriachi. Sono intervenuti per le ricerche anche i sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Roma nel tentativo di recuperare il cadavere, le operazioni sono andate avanti fino a sera poi con l’arrivo del buio sono state interrotte e sono state riprese questa mattina.