finanzaTarquinia. Prestiti agevolati con compensi per le mediazioni. Questo il sistema messo su dagli otto indagati dell’operazione “Amici miei”. La guardia di Finanza di Civitavecchia ha sgominato una banda che operava in tutto il Lazio grazie alla compiacenza di professionalità del mondo della finanza. La banda era coinvolta in un vasto giro di finanziamenti irregolari, con tassi usurai intorno alla Finance Group Italia. I promotori finanziari curavano le pratiche per far ottenere i finanziamenti con documentazione reddituale e fiscale completamente contraffatta. Quando poi l’iter era giunto alla fine incassavano una parte dei soldi destinati alla mediazione. Tutto ciò veniva fatto grazie alla complicità di un direttore di banca di Tarquinia e altre persone due delle quali di Soriano nel cimino.Gli indagati martedì dovranno chiarire davanti al gip la loro posizione. Non è escluso che la lista delle persone coinvolte si allunghi.